PRG

PIANO REGOLATORE GENERALE

NORME DI ATTUAZIONE

Il Progettista: Dott. Arch. Vincenzo Adinolfi

INDICE GENERALE

 

TITOLO I: Disposizioni Generali

Art. 1       “Contenuto del P.R.G.”

Art. 2       “Elaborati del P.R.G.”

Art. 3       “Vicoli e servitù”

Art. 4       “Zone omogenee e categorie funzionali”

 

TITOLO II: Modalità di attuazione del P.R.G.

Art. 5       “Strumenti attuativi del P.R.G.”

Art. 6       “Programmi pluriennali di attuazione del P.R.G.”

Art. 7       “Contenuto degli strumenti che afferiscono alla organizzazione spaziale degli interventi (Piani Urbanistici Preventivi)”

Art. 8       “Piani particolareggiati di iniziativa pubblica (PP)”

Art. 9       “Piani degli Insediamenti Produttivi (PIP)”

Art. 10     “Piani delle zone da destinare all’edilizia economica e popolare (PEEP)”

Art. 11     “Piani di recupero (Pr)”

Art. 12     “Piani particolareggiati di iniziativa privata – Lottizzazioni (PL)”

Art. 13     “Autorizzazioni e concessioni”

 

TITOLO III: Interventi Ammissibili

Art. 14     “Caratteristiche degli interventi ammissibili”

Art. 15     “Opere di urbanizzazione primaria”

Art. 16     “Opere di urbanizzazione secondaria”

 

TITOLO IV: Indici Urbanistici e Parametri di Misura

Art. 17     “Definizione degli indici urbanistici e dei parametri di misura in genere“

Art. 18     “Modalità di applicazione di indici e parametri in relazione allo stato di fatto”

 

TITOLO V: Norme di Zona

Art. 19     “Norme generali di tutela dei beni culturali ed ambientali”

Art. 20     “Destinazioni d’uso”

Art. 21     “Zone A a prevalente destinazione residenziale e di servizio”

Art. 22     “Zone B di completamento a prevalente destinazione  residenziale”

Art. 23     “Norme comuni alle zone B di completamento”

Art. 24     “Zone C di espansione a prevalente destinazione residenziale”

Art. 25     “Zone D a prevalente destinazione produttiva extra agricola”

Art. 26     “Attrezzature turistico alberghiere esistenti”

Art. 27     “Attrezzature produttive esistenti”

Art. 28     “Zone E a prevalente destinazione agricola”

Art. 29     “Norme comuni alle zone agricole E”

Art. 30     “Zone F destinate ad attrezzature pubbliche di interesse generale”

 

TITOLO VI: Disposizioni finali

Art. 31     “Facoltà di deroga”

Art. 32     “Disposizioni Transitorie”

Art. 33     “Normative allegate”

Art. 34     “Validità delle prescrizioni urbanistiche”

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto