Art. 29 “Norme comuni alle zone agricole E”

Le esistenti costruzioni a destinazione agricola, in caso di necessità, possono essere ampliate fino ad un massimo del 20% dell’esistente cubatura, purché esse siano direttamente utilizzate per la conduzione del fondo opportunamente documentata.

Nelle zone agricole è consentito l’accorpamento di lotti di terreno, non contigui ma situati nello stesso territorio comunale, a condizione che sull’area asservita venga trascritto nelle forme di legge,  presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari, vincolo di inedificabilità a favore del Comune, da riportare su apposita mappa catastale depositata presso l’Ufficio Tecnico Comunale.

Le fasce di rispetto dalle strade possono essere considerate ai fini della formazione del lotto e conteggiate secondo gli indici e le norme della zona omogenea in cui ricadono.

 

MODALITÀ D’INTERVENTO

Ai sensi dell’art.9 della Legge n° 10/77, le opere ammesse nelle zone omogenee E sono subordinate a concessione edilizia. La concessione edilizia gratuita può essere ottenuta soltanto per le residenze a stretto servizio della conduzione del fondo esclusivamente dai proprietari coltivatori diretti, proprietari conduttori in economia, ovvero ai proprietari concedenti, nonché agli affittuari ed ai mezzadri aventi diritto a sostituirsi al proprietario nell’esecuzione delle opere, considerati imprenditori a titolo principale ai sensi dell’art.12 della Legge n° 153/1975. Il rilascio della concessione gratuita è subordinato in particolare anche all’impegno del richiedente, da trascriversi nei registri immobiliari, a rispettare le destinazioni d’uso specifiche stabilite. La concessione edilizia sarà invece a titolo oneroso per gli stessi soggetti innanzi indicati che non raggiungono le condizioni di cui all’art.12 della già citata Legge n°153/1975.

PRESCRIZIONI PARTICOLARI

Nelle zone agricole è vietata l’esecuzione di opera quali movimenti di terra, escavazioni e prelievi, formazioni di invasi, perforazioni di pozzi ed in genere di quelle opere che comportino modificazioni dell’assetto idrogeologico e quando non siano strettamente connesse con le attività culturali normali. Sono altresì vietati nelle zone agricole del Comune la discarica e l’immagazzinamento all’aperto di materiale industriale di rifiuto, in particolare di rottami di autoveicoli.

Parametri di edificazione

  • Zona omogenea  E1

–         Indice di fabbricabilità fondiaria

  1. a)per le residenze                              0,003     MC/MQ
  2. b)per le pertinenze                             0,05       MC/MQ

–         Indice di copertura (per le pertinenze)     0,05       MQ/MQ

–         Altezza massima

  1. a)per le residenze                              7,50       Ml
  2. b)per le pertinenze:                            secondo le esigenze

–         Numero dei piani                                    2

–         Distacco minimo dagli edifici:

  1. a)della residenza                               10,00     Ml
  2. b)degli allevamenti zootecnici            40,00     Ml

–         Distacco minimo dai confini di lotto:

  1. a)della residenza                               5,00       Ml
  2. b)degli allevamenti zootecnici            20,00     Ml

–         Distacco minimo dalle strade: come previsto dal D.M. del 01.04.68

–         Parcheggio inerente alla residenza          10,00     MQ/100  MC

  •  Zona omogenea  E2

–         Superficie fondiaria minima:                   10,000  MQ

(con un minimo di mq.2000 per il lotto edificabile per la residenza)

–         Indice di fabbricabilità fondiaria

  1. a)per le residenze                         0,03       MC/MQ
  2. b)per le pertinenze                        0,05       MC/MQ

–         Indice di copertura (per le pertinenze)     0,05       MQ/MQ

–         Altezza massima :

  1. a)per le residenze                         7,50       Ml
  2. b)per le pertinenze:                       secondo le esigenze

–         Numero dei piani                                    2

–         Distacco minimo dagli edifici:

  1. a)della residenza                          10,00     Ml
  2. b)degli allevamenti zootecnici       40,00     Ml

–         Distacco minimo dai confini di lotto:

  1. a)della residenza                          5,00       Ml
  2. b)degli allevamenti zootecnici       20,00     Ml

–         Distacco dalle strade: come previsto dal D.M. del 01.04.68

–         Parcheggio inerente alla residenza          10,00     MQ/100  MC

  • Zona omogenea  E3

–         Superficie fondiaria minima:                   10,000  MQ

(con un minimo di mq.2000 per il lotto edificabile per la residenza)

–         Indice di fabbricabilità fondiaria:

per l’imprenditore agricolo:

  1. a)per le residenze                         0,05       MC/M
  2. b)per le pertinenze                        0,10       MC/MQ

per le case padronali:

  1. a)per le residenze                         0,05       MC/MQ
  2. b)per le pertinenze                        0,05       MC/MQ

–         Indice di copertura (per le pertinenze)     0,05       MQ/MQ

–         Altezza massima :

  1. a)per le residenze                         7,50       Ml
  2. b)per le pertinenze:                       a secondo delle esigenze

–         Numero dei piani                                    2

–         Distacco minimo dagli edifici:

  1. a)della residenza                          10,00     Ml
  2. b)degli allevamenti zootecnici       40,00     Ml

–         Distacco minimo dai confini di lotto:

  1. a)della residenza                          5,00       Ml
  2. b)degli allevamenti zootecnici       20,00     Ml

–         Distacco dalle strade                               come previsto dal D.M. del 01.04.68

–         Parcheggio inerente alla residenza          10,00     MQ/100  MC

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto